gscastelfranco2003.itG.S.Castelfranco 2003 gscastelfranco2003.it

Calcio a 11

- Album GS (storico)
- Clas. marcatori GS (storico)

- L'album
- La classifica
- Il calendario
- Class. marcatori GS

GSC in borsa: 24.03


Torneo Città di Pontedera 2024: GS CASTELFRANCO - ATL MONTECALVOLI: 1-3

GS CASTELFRANCO 2003: Scancarello, Foggi (dal 46° Lorenzetti), Meini (cap) (dal 64° Belli), Macchi (dal 57° Loia), Turja, Bertoncini (dal 57° Picchi), Acrostelli (dal 53° Carollo), Romano, Banti (dal 46° Presenti), Salvaggio, Farruku. Allenatori: Mosca A/Torre M..

Reti: Salvaggio (GS) al 12°, _________ (MC) al 45° Caiazzo (MC), al 67° da calcio di rigore, _________ (MC) al 70°.

Angoli: 1-2 (pt 1-2)

Tiri: 11-7 (pt 7-2) di cui nello specchio 4-5 (pt 3-1).

Note: recuperi 0 e 4 minuti. Ammoniti: Lodi e Maraia (MC).

Pontedera “Marconcini”, mercoledì 05/06/2024.
Sarà la Pol Botteghino, l’avversaria del GS CASTELFRANCO nella semifinale del “Città di Pontedera” prevista per mercoledì 12 giugno, disfida decisiva che darà il pass alla finalissima della XII^ edizione del prestigioso torneo.
Alla partita secca prevista per la prossima settimana, i bianco/verdi si presenteranno con un ruolino non troppo convincente o, comunque, caratterizzato da corrente alternata dove, ai soliti primi tempi di stampo fluido e gradevole, seguono riprese di match assolutamente da registrare.
E’ successo all’esordio dove la New Team, in misurato svantaggio, ci ha costretto, successivamente, ad arrancare per mantenere e consolidare, dagli undici metri, il “corto muso”; si è ripetuto nella seconda partita, “travolti” da una manita frutto di indecisioni e poca freddezza sotto porta dove solo il reclamo “bollato” ci hanno consegnato i necessari tre punti utili al passaggio del turno. E’ accaduto anche stasera dove, se i primi 35 minuti, hanno visto un bel GS CASTELFRANCO dallo stretto vantaggio, supponenza, debolezza mentale e, forse, un minimo comune multiplo a tutto ciò che ci siamo detti, è naufragato sotto tre reti a consegnare, all’Atl Montecalvoli, la vittoria del Girone “B”.
Abbiamo accennato ad un minimo comune multiplo, fattor d’insieme che, negli ultimi mesi del Campionato terminato settimane fa, ha caratterizzato le prestazioni bianco/verdi: questa, evidentemente, è da ricercarsi in una tenuta fisica che, inevitabilmente, allarga i reparti, rende la mente più annebbiata, si estremizza in soluzioni individuali per uno sport che necessita dell’insieme.
Certo, qualcuno potrà dire che, stasera, a superamento di turno conseguito, la rilassatezza poteva emergere: ma, personalmente, non sono così d’accordo anche perché, se vogliamo pure staccare la presa da un successo in itinere, occorre necessariamente farlo in modo intelligente ed in altro modo: e la formazione del Botteghino, sicuramente, non ce lo permetterà.
Il match di stasera doveva farci capire quali potevano essere le nostre ambizioni ma, il rimando scolastico ad un settembre di riparazione, è esito minimo per quanto interpretato nell’economia dei 70 minuti: i giallo/verdi, stasera in tenuta nera, guidati dall’ex Mr Stefano Castellani, a pareggio riacciuffato, potevano concedersi la tranquillità di un segno “X” che li avrebbe, comunque, promossi seppur, da Montecastello, i locali stavano passeggiando sulla malcapitata New Team.
Insomma, al di là di tutto, personalmente non me ne esco dal rettangolo di gioco col sorriso in bocca poiché, negli annali, anche questo 1-3 costituirà la conseguenza di un’annata non semplice.
A questo punto, una buona e gagliarda prestazione nella semifinale che ci attende, potrà ridare smalto a questo finale di stagione ma, per quell’appuntamento, occorrerà essere parecchio pronti: certo, nel poco tempo a disposizione nell’attesa dell’appuntamento, sarà impossibile trovare le forze fisiche da contrapporre ad una formazione rottigiana sicuramente più in energie: ma, quanto meno, mentalmente necessitiamo di una visione d’insieme dell’obiettivo storico al quale siamo chiamati, a partire dalla massiccia partecipazione al prossimo allenamento previsto. Ahimè, impegno, troppe volte disatteso nelle sue dimensioni ed importanza.
La disfida odierna, ha mostrato un primo tempo dove, il GS CASTELFRANCO, è stato fluido, gradevole, lineare, corto nei reparti, a testa alta, ineccepibile in difesa, bello al centro, scattante in avanti.
Farruku e Salvaggio sparano subito verso la rete difesa da Sarandria, poco dopo ci prova Romano con punizione alta cui segue il vantaggio bianco/verde a concretizzarsi dopo l’insistita azione, sulla sinistra, dello sgusciante Farruku che porge basso, sul vassoio preferito, la rete del vantaggio da spingere in rete, per Salvaggio: 1-0.
Farruku è incontenibile e ci prova ancora da calcio piazzato con volo a salvare di Sarandria mentre, anche Bertoncini, con semivolè dal conseguente angolo, cerca gloria con raddoppio sfiorato: Atl Montecalvoli che arranca e, finalmente, solo sul finale di match, riconquista metri chiamando, in una sol occasione, all’intervento di Scancarello a deviare, in angolo, una birbante punizione dalla destra d’attacco ospite.
Fine frazione con stretto vantaggio castelfranchese e ripresa dove, la premiata ditta Farruku-Salvaggio, vanno vicinissimo al raddoppio con la punta ex-GS a sbagliare di un nonnulla per un’economia di gara dove, l’unica avance del Montecalvoli la si registra sul cross controllato da Scancarello in fluido accartocciamento.
Poi, succede qualcosa: prima un penalty reclamato in area GS a testimonianza di una pressione ospite ad aumentare. Poi, al minuto 46, l’unico neo serale dell’ottimo Bertoncini che, in uscita individuale, regala incespico e palla all’avversario in pressing che non ha difficoltà, all’appuntamento ravvicinato con Scancarello a rimettere le cose in pari: 1-1.
L’Atl Montecalvoli si entusiasma, il GS CASTELFRANCO, si perde: il portiere castelfranchese, in anticipo basso, sventa la verticalizzazione ficcante giallo/verde ed, a seguire, un tiraccio svirgolato dei ragazzi di Mr Castellani, ti fan capire di come il vento sia girato.
Interrompe il predominio montecalvolese un Farruku ad impegnare, da fuori, Sarandria a ricorrere al doppio tempo per trattenere la bordata ed ancora il furetto bianco/verde a spizzare, di testa, un cross proveniente dalle retrovie.
Sportellata vincente per un Presenti a concludere a lato ma, gli ultimi dieci minuti (recupero compreso), spengono l’interruttore giessino.
Prima, traversa ospite a Scancarello battuto; poi, intervento scomposto in area amica di Salvaggio con mani involontario ma sufficiente a mandare, sul dischetto, il capocannoniere del torneo. Caiazzo non sbaglia ed il sorpasso è cosa fatta.
In un finale dove, il GS CASTELFRANCO tenta di ritessere la tela, una buona azione di rilancio dell’ Atl Montecalvoli, permette all’uomo in solitaria, di scavalcare l’incolpevole Scancarello in uscita per l’ 1-3 finale.
Le personali considerazioni le ho già fatte in apertura di articolo: spero, vivamente, di poter leggere, in menti altrui, ulteriori chiavi di lettura ma, a questo punto, solo una cosa, conta. Presentarsi col Botteghino col giusto piglio della partita secca dove, lo 0-0 di partenza è l’unica cosa certa. Boomakers permettendo.
7,440,205 visite uniche