gscastelfranco2003.itG.S.Castelfranco 2003 gscastelfranco2003.it

Calcio a 11

- Album GS (storico)
- Clas. marcatori GS (storico)

- L'album
- La classifica
- Il calendario
- Class. marcatori GS

GSC in borsa: 24.03


(Stag. 2019/20 – XIV^ Giornata) - GS AMT STAFFOLI - GS CASTELFRANCO 2003: 0-1

GS CASTELFRANCO 2003 Ciampi, Forgione (dal 51° Cambi), Macchiaroli, Zerboni, Procopio, Montanelli - cap-, Ceccarelli (dal 70° Meini), Simoncini, Banti (al 61° Croccia), Acrostelli (dal 58° Torre), Ciampini. A disp. dei Mr Papini/Ferradini: Scancarello, Calò S. e Mosca.


Rete: Forgione (GS) al 47°.

Angoli: 7-2 pt

Note: recuperi 0 e 7 minuti. Ammoniti: Della Maggiore M. (St), Macchiaroli, Cambi e Croccia (GS).


Stibbio, sabato 25/01/2020.


Il GS CASTELFRANCO fa suo lo scontro al vertice contro uno Staffoli in scia delle prime della classe ed imprime un’importante accelerazione al proprio cammino di questo Campionato.
La formazione bianco/verde, per la prima volta ad uscire vittoriosa dal neutro di Stibbio dove la compagine rosso/blu staffolese si è dovuta “rifugiare”, ottiene la posta piena grazie ad un miglior equilibrio dei reparti, maggior conquista delle seconde palle, più incisività sugli spazi aperti.
Un match, quello condotto dal buon DG Zarbo, equilibrato, corretto, ben giocato da ambo le formazioni dove se il GS CASTELFRANCO ha mostrato più qualità, la penetrazione sotto porta, alla fin fine, è stata più appannaggio dei locali dove, anche il miracolo di Ciampi, ha contribuito a suggellare il successo calzaturiero.

La disfida si apre con la doppia ed alta conclusione di Ceccarelli cui seguono, al 5°, l’incornata a lato dell’eclettico Ciampini.
Risponde, tra il 7° ed il 18°, un coraggioso Drappa dalla doppia conclusione fuori bersaglio con l’intermezzo di una insufficiente punizione eseguita da Biasci.
Macchiaroli – primo dei quattro ammoniti totali – permette la parabola in mezzo da calcio piazzato disegnata da Gazzarrini ma un nuovo fuorigioco ferma le velleità staffolesi.
Il GS CASTELFRANCO ben disegna le proprie trame ma manca del passaggio risolutivo mentre lo Staffoli, forse meno bello da vedersi, riesce però a presentarsi più volte nei sedici metri castelfranchesi.
Alla girata di Banti a terminare alta, risponde Bianchi che trova pronto Ciampi in presa bassa mentre, al 28°, ancora Bianchi sviluppa la rasoiata a lato non di molto.
L’ennesima punizione alta di Zerboni, chiude il sipario della prima frazione, esattamente allo scoccare del minuto 35.

La ripresa si apre con lo Staffoli vicinissimo al vantaggio in un paio di occasioni, entrambe da battuta d’angolo.
Al 41° Ciampi miracoleggia con smanacciata bassa in tuffo al vincente colpo di testa di Kolpreci che si dispera mentre, un giro di lancette dopo, conclusione a lato del solissimo Bianchi lasciato colpevolmente solo all’altezza del secondo palo.
Nel momento cruciale di un match a prendere qualsiasi direzione, arriva la svolta del minuto 47: la punizione in mezzo di Zerboni diventa palla impazzita nei sedici metri rosso/blu e, da un fitto batti e ribatti, emerge felin-Forgione a scaraventare in rete una palla diventata complicata per chiunque: 0-1.
E’ gioia grande per il duttile esterno castelfranchese alla sua seconda realizzazione ufficiale stagionale sommerso, adesso, dai complimenti dei compagni di squadra e da una panchina amica, festosa, e tutta in piedi.
Gioia, purtroppo, ad esser tale per appena un paio di minuti: il sorriso di un sabato sportivo perfetto, infatti, s’interromperà bruscamente quando, lo stesso Forgione, in un normale scontro di gioco, finirà malamente a terra con infortunio al gomito a seguire.
Sarà immediata la sostituzione con Cambi per uno sfortunato match/winner che trascorrerà, negli spogliatoi, quel tempo necessario per l’arrivo del mezzo di soccorso e, l’augurio di una pronta guarigione e di veloce recupero, è frase doverosa per il generoso atleta bianco/verde.
Staffoli in avanti, GS CASTELFRANCO di rimessa: buona proiezione offensiva ospite a svilupparsi sull’out sinistro con Della Maggiore M. a risolvere, coi piedi, il tracciante basso ad imperversare nella propria area cui risponde il rasoterra del minuto 55 a firma del solito Bianchi.
Acrostelli chiama al doppio tempo il piazzato Della Maggiore M. mentre, i richiami di sostituzione dalle panchine, spezzano gioco e ritmo.
Il neoentrato Tatoni disegna la parabola di punizione in mezzo all’area giessina con difesa a liberare mentre, al 66°, sportellate Montanelli-Bianchi con soluzione sbilenca della punta locale.
Ancora Bianchi, dalla distanza, a cercar complicata gloria mentre, il decretar dei sette minuti di recupero, daranno ulteriore e necessaria linfa ad uno Staffoli a rincorrere e brividi adrenalinici ad un GS CASTELFRANCO a difendere.
Tre angoli rosso/blu in successione, in pieno recupero, iniettano pathos nelle vene di tutti ed il triplice fischio alle ostilità dell’inarrivabile 77°, scatena l’urlo di un “Castel Franco, Castel Franco, eh, eh…” per una vetta della testa tenuta, ancora, stretta stretta.
Col successo odierno, a doppiare le vittoria casalinga di lunedì scorso, il GS CASTELFRANCO matura il record di punti conquistati a parità di partite effettuate: la vittoria, anch’essa di misura, dell’altra capolista Trident Fornacette, scava un solco importante per le due battistrada anche se, è bene ricordarlo, la formazione avversaria, oltre ad aver già osservato il turno di riposo, ha pure dalla propria parte il felice scontro diretto coi bianco/verdi.
Testa bassa convinti dei propri mezzi: lunedì arriva quell’Uliveto Terme quale avversaria che, per la prima volta, ci ha impresso dolori sportivi. E’ proprio adesso che occorre far nostre tutte le occasioni a disposizione.

5,127,367 visite uniche