gscastelfranco2003.itG.S.Castelfranco 2003 gscastelfranco2003.it

Calcio a 11

- Album GS (storico)
- Clas. marcatori GS (storico)

- L'album
- La classifica
- Il calendario
- Class. marcatori GS

GSC in borsa: 24.03


(Stag. 2019/20 – VI^ Giornata) GS CASTELFRANCO 2003 – FUTURA GHEZZANI: 1-2

GS CASTELFRANCO 2003: Scancarello, Forgione (dal 55° Banti), Procopio (dal 44° Macchiaroli), Mirarchi (dal 55° Scarselli), Meini, Montanelli (k), Torre (dal 60° Calo S.), Zerboni, Croccia, Ambrosone F., Ciampini (dal 46 Gini). A disp. di Papini/Ferradini: Ciampi e Cambi.

Reti: Masini (FG) al 8°, Borrini (FG) al 29°, Ambrosone F. (GS) al 74° su calcio di rigore.

Angoli: 1-3.

Note: recuperi 0 e 5 minuti. Ammoniti: Gini, Ambrosone F., e Calò S. (GS); Deri e Ceccarelli (FG).Espulso Barsotti (FG). Al 63°, annullata rete a Banti (GS).


Castelfranco “Sussidiario”, lunedì 25/11/2019.

Il GS CASTELFRANCO toppa il terzo incontro consecutivo e, di fatto, annulla il “bonus fuga” maturato dopo le tre vittorie consecutive dell'apertura di Torneo.
Auspicavamo che la forzata sosta bisettimanale per avverse condizioni meteo potesse aver smosso i meccanismi bianco/verdi: viceversa, le palesate difficoltà di penetrazione ma, sopratutto, di conclusione verso la porta avversaria, continuano a sussistere e le prime preoccupazioni iniziano ad emergere.

Gli ospiti iniziano forte con conclusione alta di Lenzi L. da fuori, un paio di angoli a favore ed uno Scancarello chiamato in causa prima al 4° (con Manfredini in evidenza) e successivamente al 7° (battuta bassa di Masini).
Tanto tuonò che piovve e, dopo appena otto minuti dall'avvio delle ostilità, gli ospiti passano: cross sul secondo palo col compagno a servire al centro il solissimo Masini che non ha difficoltà a realizzare lo 0-1.
Ancora Masini a seminar zizzagne dove Montanelli deve impegnarsi nel complicato inseguimento con battuta respinta da Scancarello mentre le urla di Mr Papini già echeggiano sull'impianto di gioco.
Cerca di scuotere i suoi Zerboni con botta di punizione dai 35 metri dove l’estremo difensore ospite, in tuffo, osserva la palla scheggiare esternamente il palo cui ribatte, al 23°, il debole colpo di testa dell'indisturbato Pacciardi a rimettere al centro una palla vacante.
Difesa locale in evidente affanno, centrocampo che non filtra e non crea, attacco in cerca di ispirazione: il GS CASTELFRANCO denota difficoltà diffuse dalle quali cerca di emergere con tentativi velleitari col solito Zerboni (calcio di controbalzo con palla a giro a cader di campanile sull'attento portiere sangiovannese).
La Futura/Ghezzani approfitta della circostanza tecnico/tattica testè descritta: una palla spizzata all'indietro mette in movimento la verve di Borrini che approfitta di un incomprensione Montanelli-Scancarello ed insacca con estrema facilità.
Chiude la frazione un timido corner bianco/verde, l'unico di tutto il match.

Ripresa che si apre con un nuovo brivido per Montanelli e compagni quando ancora Masini semina terrore in zona d'attacco ospite cui finalmente risponde, al 37°, il buon cross di Ambrosone con Torre e Mirarchi che non trovano il necessario tiro in un’area gremita all'inverosimile.
Al 40° la delicata punizione scodellata dalla destra da Zerboni non trova abili ed indispensabili domatori castelfranchesi mentre, la timida pressione locale, mette le ali al solito Masini che, in contropiede, parte di gran carriera verso Scancarello cui intercede, in maniera sufficiente, la pressione di Meini in copertura.
Montanelli, oramai spintosi in avanti come solitamente agisce in presenza di risultato da rincorrere, non trova la conosciuta coordinazione per un'efficace conclusione quando, tra sostituzioni, azioni interrotte e falli tattici, arriva il minuto 63 quale episodio dai curiosi risvolti.
E' precisa l'apertura del neoentrato Calò S. verso l'out di sinistra dove, in maniera positiva, scorre l'energia di Ambrosone F..
Palla a danzare a mezz'aria sul filo del laterale con fondo guadagnato e cross pennellato per Banti che, nei sedici metri, trova spazio, controllo e tiro per una botta ravvicinata a passare tra palo e portiere: 1-2 quanto utile e necessario alla rianimazione castelfranchese.
Il DG inizialmente convalida la marcatura ma, nonostante le due formazioni fossero già pronte per la ripartenza di gioco, il dubbio di una segnalazione di out laterale sull'azione appena descritta e sicuramente amplificate da alcune proteste ospiti, spinge la giacchetta nera a chieder chiarimenti.
Nessun dubbio per il “controllore” della linea orizzontale circa il controllo, fuori campo, del pallone risultato poi utile alla segnatura di Banti. Per una VAR in stile amatoriale, il DG ritorna sulla propria decisione e, tra incredulità per quanto deciso ma anche “chapeau” per una trasparente ancorché amica conferma del designato guardalinee castelfranchese, il risultato non subirà modifica per un GS CASTELFRANCO a gettarsi, ancor più a capofitto, alla ricerca di una rete propizia alla rimonta.
Ne seguirà, nella selva di corpi e gambe del minuto 69, il tiro sottomisura di Macchiaroli che impatta su un braccio ospite dove, la designazione di massima punizione a favore castelfranchese, sarà ineccepibile.
Ambrosone non sbaglia per un 1-2 arrivato, però, troppo tardi: l’emozione per un largo cross a trovare lo smarcatissimo Scancarello in proiezione offensiva e disperata, permette al n° 1 locale l’impatto areo di testa ma la traiettoria è alquanto fuori misura.

Il match termina tra l’esultanza – comprensibile – di un Futura Ghezzani ad agganciare (assieme al S.Lucia) un GS CASTELFRANCO in crisi. Venerdì prossimo, sul “Leporaia” di Ponte a Egola, di fronte le due formazioni più in difficoltà nell’ultimo mese: solo un punto raccolto nelle tre uscite precedenti per un vitale incrocio da ambizioni di rilancio.
4,919,926 visite uniche